stefania palmisano

Stefania Palmisano
Professore Associato,  Dipartimento di Culture, Politica e Società
Come cambia il rapporto donne  e religioni
Rapporti attuali tra le donne italiane e la religione cattolica. La violenza viene sublimata in chiave simbolica perchè, come dirò nel mio intervento, le italiane oggetto della mia analisi sono state protagoniste di una fase peculiare della storia del cattolicesimo italiano, in cui si fa più profonda l’incrinatura tra istituzione ecclesiastica e universo femminile. Alcune autrici (Scaraffia e Zarri 1994, Donadi 2014) individuano nell’enciclica Humanae vitae (1968) di Paolo VI il principio della fine dell’alleanza tra donne e Chiesa che, nelle loro parole, si disgregherà nei decenni successivi sotto il peso di una nuova consapevolezza femminile della distanza tra indicazioni pastorali e coscienza individuale.
Che cosa cambia allora nel rapporto donne  e religioni? Si secolarizzano? Abbandonano, come sostengono certi autori, le chiese? Fuggono da un sistema che ritengono patriarcale e autoritario? Dove si rifugiano?