biblioteca

Fondata nel 1953, la biblioteca mette a disposizione degli studiosi un patrimonio di oltre 300.000 volumi e di  2300 titoli di periodici che abbracciano l’intero panorama delle scienze religiose dal punto di vista storico, esegetico e teologico. È aperta dal lunedì al venerdì (dalle 8.30 alle 18.30) e offre l’accesso diretto ad un’ampia sezione di opere di prima consultazione e di fonti. Nel 1997 è stata intitolata a Giuseppe Dossetti, che la istituì e ne disegnò il catalogo. L’acquisizione delle nuove opere viene decisa dai ricercatori della Fondazione nel corso di una riunione settimanale di spoglio delle recensioni e segnalazioni bibliografiche.

Giuseppe Dossetti, lasciata la vita politica, diede vita ad un’esperienza di ricerca intellettuale e spirituale comune con un gruppo di uomini e donne. Egli collocò i propri libri a Bologna, in via san Vitale 114, e iniziò un enorme lavoro per costruire una biblioteca specialistica che fosse lo strumento adeguato agli obiettivi di studio che quel gruppo si dava. Nacque così il Centro di Documentazione e in brevissimo tempo la biblioteca acquisì dimensioni e qualità rare in Italia, ancor più allora: un orizzonte internazionale di letture, una visione rigorosa della ricerca, la fiducia che attraverso una condizione libera e severa dell’indagine storica, teologica, patristica, esegetica, filosofica si potesse seminare per una stagione di rinnovamento della stessa esperienza cristiana.

La Biblioteca Giuseppe Dossetti è diventata, nel corso dei decenni, un punto di riferimento obbligato per chi intenda approfondire le scienze storico-religiose. Essa si segnala a livello internazionale come centro di ricerca e documentazione nelle discipline religiose, teologiche, bibliche, esegetiche e storiche ed è frequentata da studiosi, ricercatori, dottorandi, laureandi e studenti di varie università e di diverse facoltà italiane ed estere.