cattedra unesco


La Cattedra UNESCO sul pluralismo religioso e la pace
è la prima Cattedra UNESCO concessa alla città di Bologna. Essa si offre come occasione d’incontro e di ascolto di figure di spicco del panorama politico-religioso mondiale con l’obiettivo di favorire e approfondire il dialogo fra fedi e convinzioni diverse, tra religioni e culture in prospettiva storica, teologica e politica. Le attività della Cattedra Unesco a Bologna hanno inizio il 13 settembre 2006 con la lezione di Raimon Panikkar, uno dei più importanti teologi delle religioni del Novecento legato all’istituto bolognese dal 1962. Fscire offre alla Cattedra tutto il necessario sostegno logistico, organizzativo e scientifico. Le attività della Cattedra sono finanziate attraverso donazioni e bandi per fondi pubblici e privati. Il titolare della Cattedra è il Prof. Alberto Melloni.


Mappa tematica interattiva delle Cattedre Unesco nel mondo

Attualmente sono 830 le Cattedre UNESCO e UNITWIN attive in 110 Paesi. Il Programma UNITWIN/UNESCO Chairs, lanciato nel 1992, promuove la collaborazione internazionale interuniversitaria e l’organizzazione in rete per rilanciare le capacità istituzionali attraverso la condivisione di conoscenze e il lavoro collaborativo. Un network culturale e scientifico esteso e molto variegato, che ora è possibile esplorare con una mappa tematica interattiva progettata dal prof. Carmine Gambardella, titolare della Cattedra UNESCO su Paesaggio, Beni Culturali e Governo del Territorio del Centro di Eccellenza BENECON.

La mappa è stata realizzata attraverso un Web-GIS (Geographic Information System), che implementa il database dell’UNESCO con le coordinate geografiche di ciascuna Cattedra attraverso una piattaforma dinamica in grado di restituire con un efficace colpo d’occhio tutte le informazioni relative a ciascuna UNESCO Chair / UNITWIN cooperation programme attive a livello internazionale. Il Web-GIS progettato si rivela uno strumento molto utile per visualizzare la distribuzione territoriale delle Cattedre, navigabili selezionando il Paese d’interesse, le tematiche, la data di istituzione e molti altri dati che rendono più semplice e immediata la comprensione del network sostenuto dall’UNESCO.

Lo scopo del lavoro è quello di favorire le interazioni fra le Cattedre, sostenendo le attività finalizzate al raggiungimento degli obiettivi dell’Agenda ONU 2030 relativa allo Sviluppo sostenibile. Il Web-GIS è disponibile sulla pagina www.benecon.it