e-book

Repertorio della stampa periodica cattolica italiana dalla crisi di fine Ottocento all’avvento del fascismo. La marcia giovanile del nazionalismo (1898-1925), a cura di Sergio Apruzzese, Fscirebook/2, luglio 2013, 91 pp.

ll presente repertorio della stampa periodica cattolica dal 1898 al 1925 si colloca all’interno di uno studio generale sul nazionalismo nei periodici cattolici sorti e tra Otto e Novecento in fase di realizzazione, al fine di contribuire a ricostruire la mentalità neoromantica e spiritualistica che ha di fatto orientato la cultura promossa da tali tipologie di fonti storiche verso l’abbraccio con il fascismo nei primi anni Venti e, nel migliore dei casi, verso una fragile e ambigua resistenza, sconfitta nel 1925 con la definitiva scomparsa dello Stato liberale, a partire dall’ingresso nell’agone politico dei giovani cattolici figli dell’epoca post-risorgimentale avvenuto, dopo un lungo periodo di fervente preparazione e maturazione intellettuale, nel 1898 con il periodico diretto da Romolo Murri, «Cultura Sociale»

Giuseppe Alberigo, Coscienza di un secolo. Le lezioni del 1997 su Giuseppe Dossetti, a cura di Enrico Galavotti, Fscirebook/1, Bologna 2013.

 Nel febbraio 1997 Giuseppe Alberigo decise di fare una cosa mai fatta nei suoi quarant’anni di insegnamento universitario: cambiò l’argomento del corso per dedicarlo interamente a Giuseppe Dossetti, il suo antico maestro e amico scomparso il 15 dicembre 1996. Era un corso pensato per studenti per i quali Dossetti era forse un nome tra i tanti che affollavano il pantheon repubblicano o ecclesiale e ai quali Alberigo offrì la sua prima completa biografia, arricchita dal commento di importanti testi. Ma soprattutto, e ce ne rendiamo sempre più conto man mano che il tempo passa, Alberigo spiegava nel solo modo che conosceva, e cioè da storico, l’importanza che Dossetti aveva rivestito nella sua vita, perché davvero quello con Dossetti è stato un rapporto lungo e importante, in cui, come capita solo a poche persone, si sono intrecciati amicizia, impegno di ricerca, amore per la chiesa e, quindi, desiderio di una sua riforma.

Giuseppe Alberigo nato nel 1926 e morto a Bologna nel 2007 è stato uno dei primi membri del Centro documentazione di Dossetti, suo collaboratore durante il Vaticano II e segretario dell’Istituto poi Fondazione per le scienze religiose di Bologna; ordinario di storia della chiesa nella facoltà di scienze politiche dal 1968 al 1997, è stato uno dei massimo storici europei dei concili e del Vaticano II.

Enrico Galavotti insegna storia del cristianesimo nell’Università degli Studi «G. d’Annunzio» di Chieti-Pescara ed è membro della Fondazione per le scienze religiose Giovanni XXIII di Bologna. Ha recentemente pubblicato per i tipi del Mulino «Il giovane Dossetti. Gli anni della formazione 1913-1939», 2006 e «Il professorino. Giuseppe Dossetti tra crisi del fascismo e costruzione della demo- crazia (1940-1948)», 2013.

 Per acquistare l’ebook: