pietro pavan, la metamorfosi della dottrina sociale nel pontificato di pio XII

Caterina Ciriello, Pietro Pavan, La metamorfosi della dottrina sociale nel pontificato di Pio XII, Il Mulino 2012

Il volume ripercorre tappe importanti della storia cattolico-sociale e della storia politica dell’Italia tra la fine del secondo dopoguerra e la vigilia del pontificato di Giovanni XXIII, tempi di cui Pietro Pavan è stato protagonista con la sua molteplice attività. Quale direttore dell’Ufficio studi dell’Istituto cattolico per le attività sociali e segretario delle Settimane sociali, Pavan ha lasciato un’impronta indelebile nella storia del cattolicesimo italiano. La sua discrezione e le sue doti diplomatiche ne hanno fatto l’emissario di Pio XII verso De Gasperi al tempo della cosiddetta «Operazione Sturzo». Grande amico di Vittorino Veronese, presidente dell’Azione cattolica, e di monsignor Montini, Pavan ebbe rapporti con tutta la futura generazione politica del nuovo Stato italiano, diventando un personaggio chiave della seconda parte del pontificato pacelliano.

Caterina Ciriello è docente di Storia della spiritualità e della vita consacrata nella Pontificia Università Urbaniana e di Storia della Chiesa presso la Pontificia Università S. Tommaso d’Aquino (Angelicum) di Roma. Ha recentemente pubblicato «Il Vangelo nella vita. Per una spiritualità del quotidiano» (Todi, 2011) e «Dorothy Day. Le scelte dell’amore» (Città del Vaticano, 2011).