un particolare universalismo. la diplomazia vaticana tra totalitarismi e guerra fredda

Luigi Rossi, Un particolare universalismo. La diplomazia vaticana tra totalitarismi e guerra fredda, Il Mulino, Bologna, 2016 IN USCITA

Il volume affronta la complessa vicenda storica della diplomazia vaticana nel Novecento, analizzandone alcuni casi studio riguardanti in particolare la prima metà del secolo. I saggi che lo compongono spaziano dal dibattito storiografico, relativo soprattutto ai rapporti della Chiesa col nazifascismo, alla progressiva erosione dell’eurocentrismo nelle opzioni diplomatiche vaticane – dinamica, questa, esemplificata attraverso il dialogo con gli Stati Uniti d’America –, senza tralasciare il ruolo svolto dalla Santa Sede nella questione irlandese degli anni Venti e in quella tedesca in piena Guerra fredda. Il mosaico che ne emerge esprime le molteplici trasformazioni delle relazioni internazionali nel Novecento: un secolo durante il quale anche il potere e l’influenza vaticane hanno dovuto confrontarsi con le sfide poste dalla globalizzazione.

Luigi Rossi è professore ordinario di Storia contemporanea all’Università degli Studi di Salerno, dove insegna anche Storia della Chiesa e Storia degli Stati Uniti d’America. Tra le sue pubblicazioni ricordiamo «Studi di storia in memoria di Gabriele De Rosa» (Salerno, 2012), «Transizioni. Forme di potere in età contemporanea » (Soveria Mannelli, 2013) e «Una scelta per l’onore e per la patria: Cefalonia tra storia e memorie» (Salerno, 2013).