concilio adulto. il secondo periodo e la seconda intersessione

Alberto Melloni (a cura di), Storia del concilio Vaticano II, III: Concilio adulto. Il secondo periodo e la seconda intersessione settembre 1963 – settembre 1964, il Mulino-Peeters, Bologna-Leuven, 1998, pp. 600, € 44,00, isbn 978-88-15-06554-4

Il 29 settembre 1963, con l’inizio del secondo periodo di congregazioni generali, si apre il concilio di Paolo VI, figlio e padre del concilio nel medesimo tempo. Dopo la morte di Giovanni XXIII, il Vaticano II si trova a “ricominciare”. Per l’impulso del collegio dei moderatori, voluti al vertice del concilio da Paolo VI, l’assise conciliare affronta temi cruciali quali la teologia della chiesa, la liturgia, l’ufficio pastorale dei vescovi, l’ecumenismo. La conclusione del secondo periodo (4 dicembre 1963) vede arrivare i primi frutti dei lunghi dibattiti con l’approvazione definitiva dei testi sul rinnovamento liturgico e sui mass media, ma anche il pellegrinaggio di Paolo VI a Gerusalemme. La seconda intersessione 1963-1964 è caratterizzata dall’incertezza sull’ulteriore durata del concilio, e dallo sviluppo dei grandi nodi telogici. L’avvio della riforma liturgica marca una peculiarità del Vaticano II: un vero anticipo di post-concilio. Sulla base di un’ampia e importante base documentaria, questo terzo volume offre una ricostruzione analitica e scientificamente articolata dell’evento conciliare in tutta la sua ricchezza.

Il terzo volume è stato redatto da Giuseppe Alberigo, Joseph Farmerée, Reiner Kaczynski, Alberto Melloni, Claude Soetens, Evangelista Vilanova. L’edizione italiana è curata da Alberto Melloni.