«in santità ostinata e contraria». don zeno e i «matti di dio»

Enrico Galavotti, Federico Ruozzi (a cura di). «In santità ostinata e contraria» Don Zeno e i «matti di Dio» Il Mulino, 2018.

4061f2bcover27940

C’è una espressione della spiritualità russa che indica i «folli di Dio»: lo jurodivyj è il portatore di una sapienza che può abitare solo nella «stoltezza» (1 Cor 1,27), che suscita inquietudine e allarme. Il fenomeno dei «folli di Dio» non ha molti emuli nella tradizione occidentale, costruita attorno a paradigmi di santità molto diversi. Il volume raccoglie alcune di queste figure italiane di «folli di Dio», che, conquistati dal Vangelo, hanno imboccato una via di autoriforma. Dall’Introduzione di Alberto Melloni

Enrico Galavotti insegna Storia del cristianesimo all’Università degli Studi «G. d’Annunzio» di Chieti-Pescara ed è membro della Fondazione per le scienze religiose Giovanni XXIII dal 1998. Tra le sue pubblicazioni: «Il professorino. Giuseppe Dossetti tra crisi del fascismo e costruzione della democrazia» (Il Mulino, 2013) e «Il pane e la pace. L’episcopato di Loris Francesco Capovilla in terra d’Abruzzo» (Textus, 2015). Federico Ruozzi è ricercatore in Storia del cristianesimo all’Università di Modena e Reggio Emilia e svolge attività di ricerca presso la Fondazione per le scienze religiose Giovanni XXIII, dove è segretario della rivista «Cristianesimo nella storia». Con il Mulino ha pubblicato «Il concilio in diretta. La televisione e il Vaticano II tra informazione e partecipazione» (2012). Ha inoltre curato il Meridiano Mondadori «Don Lorenzo Milani. Tutte le opere» (2 voll., 2017).