atlante delle minoranze religiose in europa

Per la costruzione di un Atlante online dei diritti delle minoranze di religione e di convinzione nei paesi del Consiglio d’Europa.

Mappatura e misurazione dei diritti delle minoranze religiose e delle credenze

Il progetto mira a costruire un atlante online dei diritti delle minoranze religiose e delle credenze negli Stati membri del Consiglio d’Europa, fornendo una panoramica generale dello status sociale e giuridico dei diritti delle minoranze. Attraverso il suo formato interattivo, il lettore avrà anche accesso a dati e informazioni riguardanti un particolare paese, gruppo religioso e area dei diritti. Ogni mappa sarà completata da un breve testo che la colloca nel suo contesto storico-sociale. L’atlante verrà aggiornato ogni tre anni.

Atlas è progettato per offrire una descrizione comparativa di facile lettura dello status di minoranze religiose nei paesi del CoE. Consentirà di identificare e confrontare i diversi livelli di protezione dei diritti delle minoranze concessi da ciascuno Stato, lo status giuridico di ciascun gruppo minoritario, sia nei paesi del CoE che in ciascuno di essi, e le specifiche aree di diritti che sono in gioco (sia trasversalmente attraverso i paesi del CoE che in ciascuno di essi). Un’attenzione particolare sarà dedicata all’attuazione dei diritti, in modo da ridurre il divario tra diritto formale e godimento reale dei diritti.

Il lettore sarà in grado di selezionare un singolo diritto, un paese e un’area di diritti (ad esempio, l’istruzione) e ottenere le informazioni pertinenti sullo stato giuridico e sociale di cui gode la minoranza in quel paese e nell’area dei diritti. In alternativa, il lettore potrà ottenere una visione comparativa dei diritti di cui godono tutte le minoranze in un paese (o un gruppo di paesi) o una visione comparativa dei diritti di una specifica minoranza religiosa in tutti i paesi del CoE. Questi strumenti di ricerca possono essere ulteriormente combinati per ottenere i dati e le informazioni ricercate dal lettore.

L’Atlante fornirà anche un sistema affidabile per “misurare” l’attuazione dei diritti delle minoranze religiose. Sulla base delle risposte a due questionari, uno per gli esperti giuridici e l’altro per i rappresentanti delle minoranze, sarà sviluppato un insieme di indicatori relativi al rispetto dei diritti delle minoranze per valutare ciascun paese.

Una raccolta di mappe e altri strumenti visivi sui diritti delle minoranze religiose ha almeno due valori aggiunti rispetto a un libro dedicato allo stesso problema. In primo luogo, mostra a colpo d’occhio quello che le parole impiegano molto più tempo per spiegare. In secondo luogo, le mappe possono essere combinate e unite per mostrare l’intreccio e la sovrapposizione delle diverse componenti del problema dei diritti delle minoranze, riflettendo la sua complessità molto meglio di un libro. Pertanto, è prevedibile che, attraverso l’Atlante, insegnanti, studiosi, politici, diplomatici, attivisti di ONG, rappresentanti di minoranze, ecc. acquisiscano una migliore conoscenza dello status sociale e giuridico delle minoranze e saranno in grado di identificare le materie, paesi e aree in cui la protezione dei diritti delle minoranze deve essere aumentata e rafforzata.

Attualmente esistono atlanti di minoranze linguistiche o nazionali, mentre del tutto assenti risultano esperienze di questo tipo sulle minoranze religiose.

Vi lavora: Emilia Lazzarini