andrea amato

Nato a Lecco nel 1993. Nel dicembre 2016 si è laureato in Storia presso l’Università degli Studi di Milano con una tesi in Numismatica medievale e moderna, intitolata «L’uso della lingua araba nella monetazione dell’Italia normanna» (relatrice: Prof.ssa Lucia Travaini).
Successivamente, nel novembre 2019 ha conseguito il titolo di dottore magistrale con lode presso l’Università degli Studi di Bologna Alma Mater Studiorum in Scienze Storiche e Orientalistiche con una tesi in Islamistica e Storia dell’arte islamica, intitolata  «Il processo di acculturazione nell’Eurasia del X Secolo: Tracce e testimonianze arabo-musulmane nell’Europa norrena alla luce del rituale funebre rūs» (relatore: Prof. Mattia Guidetti; correlatrice: Prof.ssa Caterina Bori).
Nel maggio 2020 completa il percorso Plures del Master «Pluralismo religioso e sapere storico» presso la Fondazione per le Scienze Religiose Giovanni XXIII.
Dal primo ottobre 2020 ha iniziato il Corso triennale di perfezionamento scientifico in Scienze Religiose presso l’Alta Scuola Europea della Fondazione per le Scienze Religiose Giovanni XXIII.

Pubblicazioni

AMATO, Andrea, «Shahāda, martelli di Thórr, croci e swastike: i darāhim come talismani nell’Eurasia del X secolo», pubblicato in Archivi di Studi Indo-Mediterranei (in attesa di peer-review per Rivista di Studi IndoMediterranei).