emilia lazzarini

Emilia Lazzarini, nata a Modena nel 1987, si è laureata a pieni voti nell’ottobre 2011 in Diritto ecclesiastico e delle religioni con una tesi dal titolo “La questione del burqa e del niqab in Francia e in Italia: profili giuridici”, relatore Professore Vincenzo Pacillo.

Nell’ottobre del 2012 ha partecipato al concorso pubblico per l’ammissione al corso afferente alla Scuola di Dottorato in Scienze Giuridiche dell’Università degli Studi di Milano, Curriculum Diritto ecclesiastico e canonico- Settore scientifico-disciplinare IUS/11, arrivando prima in graduatoria e risultando così assegnataria di borsa di studio.

Da Gennaio 2013 è cultore della materia nel settore disciplinare IUS/11, in particolare nelle materie di diritto ecclesiastico e delle religioni, diritto canonico, storia e sistemi dei rapporti tra Stato-Chiesa e law and religion presso l’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, partecipando anche alle relative sessioni d’esami come assistente alle sopracitate cattedre.

Dal 3 al 6 settembre 2013 ha partecipato al Campus residenziale presso l’Università Cattolica del S. Cuore di Piacenza, organizzato dal Direttore di Dipartimento di Scienze Giuridiche della stessa con il Patrocinio dell’Associazione Adec, dal titolo “Fare network – Il futuro della ricerca nel settore IUS/11” con l’obiettivo di redigere un Testo Unico delle norme sulla Libertà Religiosa (TULRA).

Nei mesi di Ottobre-Novembre 2013 ha collaborato con il Professor Pacillo alla stesura del volume “Il finanziamento pubblico delle chiese: sguardi incrociati tra Svizzera ed Europa”, Atti del Convegno di Lugano del 13-14 settembre 2013, Eupress FTL, Lugano, 2014, a cura di V. Pacillo, per la parte relativa alle operazioni di editing dei contributi.

Il 29 gennaio 2016 ha conseguito il titolo di Dottore di ricerca discutendo una tesi dal titolo “L’edilizia di culto tra libertà costituzionali e governo del territorio: la Legge n. 12 del 2005 della Regione Lombardia”.

Nel corso del mese di Aprile 2016 è stata docente affidataria del modulo di Storia del diritto medievale e moderno per gli Obblighi Formativi Aggiuntivi presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Modena e Reggio Emilia, consistente in ore di lezioni frontali ed un test di valutazione finale per gli studenti partecipanti.

Il 29 aprile 2016 ha conseguito l’abilitazione all’esercizio della professione forense.

Ha redatto un contributo sulla questione del velo islamico in Francia, pubblicato sulla rivista “Il diritto ecclesiastico” Volume CXXIV, 1-2/gennaio-giugno 2013, “La liberté dans la rue cest sacré. I veli della République per celare il fallimento della società multiculturale”.

Dal 18 al 21 maggio 2016 ha preso parte ad un Campus di Studio presso STILO (RC), organizzato dall’Università Magna Grecia di Catanzaro dal titolo “L’Islam. Dal pregiudizio ai diritti”, prendendo attivamente parte al gruppo di lavoro costituitosi in seno allo stesso, sulla libertà religiosa e integrazione nell’ambito della scuola italiana.

Il 6 e 7 ottobre 2016 ha tenuto una relazione al convegno nazionale ADEC (Associazione docenti diritto ecclesiastico e canonico, della quale è socio) tenutosi a Caserta all’interno del Panel “Luoghi e spazi di culto” dal titolo “Libertà di culto e regime pattizio: la legislazione regionale in materia di edilizia di culto”, in seguito all’accoglimento della risposta alla call for paper del Comitato scientifico del Convegno. Ha redatto un contributo sullo stesso tema dal titolo “Governo del territorio, edilizia di culto, ordine pubblico e libertà religiosa: l’arduo bilanciamento”, pubblicato all’interno del volume “Le proiezioni civili delle religioni tra libertà e bilateralità. Modelli di disciplina giuridica” a cura del Prof. Antonio Fuccillo, Ed. Scientifica, Napoli, maggio 2017.

Ha redatto un contributo dal titolo “La questione del velo islamico tra Francia e Italia: profili giuridici”, destinato al volume “Le verità del velo” a cura di Marianna Ferrara, Alessandro Saggioro, Giuseppina Paola Viscardi, da pubblicarsi all’interno della Collana Alti Studi di Storia delle Religioni (direttore Federico Squarcini, Università di Venezia Ca’ Foscari), per la Casa editrice Società Editrice Fiorentina (SEF), luglio 2017.

Ha redatto un contributo insieme al Professor Vincenzo Pacillo dal titolo “The principle of respect for human dignity in Vatican City State”, destinato al volume “Handbook of Human Dignity in Europe” curato dai Proff. Paolo Becchi e Klaus Mathis, in corso di pubblicazione.

Dal Febbraio al marzo 2017 ha ricevuto l’incarico per l’insegnamento “Storia del Pluralismo religioso” (SSD. IUS/11) all’interno della Winter school “Social diversity and Content portals” del Progetto “Città Educante CTN-TSC – Tecnologie per le Smart Communities –  Fondo Europeo “Fondo Europeo di Sviluppo Regionale”, presso il Dipartimento di Educazione e Scienze Umane dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia.

Da ottobre 2017 è docente di Diritto ed Economia presso l’Istituto Superiore Sacro Cuore di Modena.

Nel settembre 2017 ha partecipato ad un bando della Fondazione Fscire di Bologna per una borsa Post-doc riguardante il contributo ad un progetto di ricerca per la stesura di un Atlante delle minoranze religiose in Europa, risultando vincitrice e cominciando il lavoro di ricerca nella fondazione dal novembre 2017.