fondo altana

Il Fondo Altana, consegnato dai Servi della Chiesa – la famiglia a cui don Altana apparteneva – alla Fondazione, contiene la documentazione relativa alla produzione e alla vita e gli impegni del sacerdote reggiano (1921-1999). È costituito da 76 faldoni che coprono il periodo cronologico 1951-1997; il contenuto è eterogeneo e variegato: documenti riguardanti gli I.S. e la restaurazione del diaconato permanente, corrispondenza (lettere inviate e ricevute) privata e corrispondenza con i responsabili diocesani del diaconato o con il centro internazionale di Friburgo, opuscoli, testi a stampa, materiale del Sinodo di Reggio Emilia dell’ ’84, volantini, estratti di quotidiani, manoscritti e bozze di discorsi.

Il fondo non ha, volontariamente, subito una modifica o una sistemazione: l’ordine attuale delle carte corrisponde a quello del momento in cui sono giunte presso l’archivio. Si è deciso di non apportare modifiche allo stato del fondo per non alterare l’ordine “naturale” dei documenti: inoltre, la varietà delle carte, dimostrandoci i compiti e gli impegni del suo ministero sacerdotale, è in realtà eloquente per comprendere la figura complessa e le sue attività.

Oltre ai documenti, sono contenute nel Fondo anche 16 audiocassette e svariate copie delle Costituzioni dell’I.S. Servi della Chiesa.