benedetto XV. papa giacomo della chiesa nel mondo dell’inutile strage

Benedetto XV. Papa Giacomo della Chiesa nel mondo dell’ inutile strage. Direzione di Alberto Melloni. A cura di Giovanni Cavagnini e Giulia Grossi (Il Mulino, 2017)

MELLONI_BENEDETTO XV_bozza_Pagina_1

Fra i papi dell’età contemporanea, Benedetto XV (al soglio pontificio dal 1914 al 1922) è certamente quello che ha avuto la sorte più singolare. Pur essendo stato uno dei protagonisti della Prima guerra mondiale, da lui bollata come «inutile strage», appare oggi pressoché dimenticato sia dalla chiesa, sia dagli storici – uno dei quali, John Pollard, lo ha definito «il papa sconosciuto» –. Attraverso i contributi di una novantina di studiosi provenienti da quindici paesi, l’opera si propone di gettare luce su una figura cruciale per la storia della Chiesa, dell’Europa e del mondo nel Novecento, indagando gli aspetti essenziali della biografia e del pontificato di Benedetto: dall’infanzia genovese alla memoria postuma, passando per l’episcopato bolognese, i tentativi di pacificazione, la diplomazia della carità, il crollo degli imperi, il mondo coloniale, l’ascesa del fascismo e altro ancora. Ne risulta un quadro complesso, che evidenzia da una parte l’infondatezza degli stereotipi nati durante la guerra e dall’altra la modernità di una figura che, a dispetto dell’oblio precoce, ha lasciato un segno profondo nel «secolo breve».